Chiamaci per una consulenza 0666154318
Adiposità localizzate e cellulite

HIFU: ULTRASUONI FOCALIZZATI AD ALTA INTENSITA’

HIFU, acronimo di High Intensity Focused Ultrasound, è la tecnologia di ultima generazione in grado di garantire un trattamento lifting non chirurgico associato alla riduzione delle adiposità localizzate in modo non invasivo.

HIFU è una metodica innovativa, che presenta diversi vantaggi nei confronti del classico lifting chirurgico, tra i quali:

  • Invasività dei trattamenti ridotta al minimo
  • Il fascio ultrasonico rilasciato ha la capacità di raggiungere gli strati profondi senza interessare la cute.
  • L’energia trasmessa non lascia alcuna traccia e non provoca lesioni epidermiche.
  • Non è richiesto un trattamento particolare dopo la terapia, per cui è possibile riprendere immediatamente la propria attività.

HIFU: per cosa è indicata?

Gli Ultrasuoni Focalizzati ad alta intensità risultano particolarmente efficaci nel contrastare il rilassamento e l’invecchiamento dei tessuti, andando a combattere ed eliminare degli scomodi nemici quali: adiposità localizzate in aree atoniche e rilassate come addome, cosce, glutei e braccia

Come agisce la tecnologia HIFU?

Il sistema agisce tramite l’emissione di onde acustiche di energia ultrasonica focalizzata (frequenza 200 ± 30 KHz) che convergono in un volume focale definito sotto la cute, in modo tale da colpire selettivamente le cellule adipose sottocutanee a profondità controllata.

A differenza della tecnologia ultrasonica tradizionale, l’energia prodotta è trasmessa a ultrasuoni pulsati, consentendo di controllare il rischio di innalzamento della temperatura.

Gli Ultrasuoni Focalizzati ad alta intensità sono la tecnologia atta a rilasciare energia termica selettiva nel tessuto sottocutaneo al fine di stimolare e rinnovare il collagene migliorando la texture e riducendo il rilassamento cutaneo.

La metodica consente di lavorare con efficacia sia sul sottocute superficiale che su quello profondo, e sulla fascia aponeurotica superficiale, grazie ad un sistema costituito da vari trasduttori:

Il soggetto sottoposto a trattamento percepirà una sensazione di calore di intensità variabile, in relazione alla potenza impiegata e/o alla sua soggettività.
Utilizzando questa straordinaria tecnologia sarà possibile ottenere una riduzione di due o tre centimetri a seduta, con un effetto lifting non invasivo e di lunga durata, senza la formazione di ematomi o altre lesioni cutanee. Il trattamento inoltre permetterà al paziente di tornare immediatamente alle normali attività giornaliere, con una spesa ben lontana da quella che richiederebbe un lifting chirurgico.

Effetti Collaterali

Il trattamento Hifu è totalmente sicuro e non invasivo; potrebbero manifestarsi delle piccole complicazioni tipo arrossamenti, indolenzimento della parte trattata e piccoli esiti cutanei comunque risolvibili in pochissimo tempo.

Controindicazioni

Per essere sottoposto a trattamento, il soggetto non deve:

  • essere portatore di Pacemaker, Defribillatori e/o altri apparecchi non removibili
  • avere protesi, filler dermici, cheloidi esistenti nelle zone da trattare
  • essere sottoposto ad un piano di trattamento anticoagulante
  • essere in gravidanza o in fase di allattamento al seno
  • avere disturbi emorragici o disfunzioni emostatiche
  • avere malattie della pelle sistemiche o locali attive che potrebbero alterare la guarigione delle ferite

Come avviene la seduta

Si demarcano le aree da trattare con una matita dermografica, quindi si tracciano i quadranti di applicazione cospargendoli di gel conduttore. Ogni quadrante verra’ trattato con un numero di spot definiti attraverso un manipolo operatore dipendente. Il paziente non avverte dolore ma una sensazione variabile di calore e formicolio.

Protocollo

Se Hifu viene integrato in un protocollo di piu’ terapie associate (Carbossi, Criolipolisi, Onde d’urto etc.) sara’ necessaria una unica seduta mensile. In caso rappresenti l’unica terapia scelta, la cadenza sara’ settimanale per 4/6 sedute. In ogni seduta e’ possibile una riduzione volumetrica di 2/4 centimetri.